Modulo 1 - Dinamica dello sbalzo

Lo sbalzo è la parte che eccede la parte compresa tra il centro degli assi (detto passo o interasse). Maggiori sono gli sbalzi, più rischi ci sono nelle manovre.

passo e sbalzi

Sbalzo anteriore

E' la distanza che va dal centro dall'asse anteriore fino al limite anteriore della carrozzeria. Negli autocarri di solito non è un problema, mentre negli autobus (con asse anteriore arretrato rispetto al posto di guida) diventa importante.

Sbalzo posteriore

E' la distanza che va dal centro dell'asse posteriore (o dell'ultimo asse a terra, in caso di più assi), fino al limite posteriore della carrozzeria. Presente in tutti i veicoli, può variare in caso di trasporto di carico sporgente o, nei veicoli con asse sollevabile, se questo viene sollevato.

sbalzo posteriore

Angoli di attacco e uscita

L'angolo di attacco è quello che si ha tra il piano di appoggio e la linea che congiunge la ruota anteriore e il punto più basso dello sbalzo anteriore.

L'angolo di uscita è quello che si ha tra il piano di appoggio e la linea che congiunge la ruota posteriore e il punto più basso dello sbalzo posteriore.

Altezza libera e angolo di rampa

L'altezza libera da terra è la luce minima che si ha tra il piano stradale e la parte più bassa del veicolo.

L'angolo di rampa è quello formato tra due piani perpendicolari, tangenti ai pneumatici anteriori e posteriori, che si intersecano nel punto più basso del veicolo compreso tra gli assi. E' un angolo acuto. Minore è l'angolo, minore è la possibilità di superare una rampa.

angoli caratteristici

Sagoma e ingombro

La sagoma e l'ingombro sono particolarmente importanti nel caso di particolari attraversamenti, tipo rampe di accesso (stretti raggi di curvatura), sottopassaggi e gallerie, rotatorie strette, golfi di fermata (accostamento e ripartenza dell'autobus). Nelle curve, i veicoli a motore devono potersi iscrivere in una fascia d'ingombro avente caratteristiche particolari.

fascia di ingombro

Lo scodamento è lo spostamento dello sbalzo posteriore sul piano orizzontale che determina un allargamento della curva. Lo scodamento massimo ammesso per i vari tipi di veicoli è:

  • 0,60 m per gli autobus
  • 0,80 m per gli autocarri
  • 1,00 m per autocarro con asse sollevato
  • 1,20 m per autotreni e autoarticolati
scodamento massimo

Attenzione. Lo sbalzo, oltre ai problemi di ingombro, è maggiormente soggetto alla forza centrifuga. In caso di autobus, ciò comporta un maggior disagio per i passeggeri che sono seduti nella parte posteriore.