Modulo 3 - Curve di coppia, potenza e consumo specifico

Per descrivere le caratteristiche tecniche di un motore si disegna un diagramma con i relativi valori. Nelle ascisse (la linea orizzontale) si ha la stessa misura, i giri del motore, mentre nelle ordinate (la linea verticale) ci sono i valori di ogni elemento.

curve del motore

Coppia motrice

Detto anche momento torcente, Ŕ la spinta che il motore applica, tramite trasmissione, alle ruote. Varia in funzione della forza che agisce sopra il pistone (espansione nella fase di scoppio). Si misura in Nm (Newton metri). L'esempio pi¨ semplice Ŕ la pedalata della bicicletta. Il piede fornisce la forza che darÓ una "coppia" in funzione della leva del pedale. Maggiore Ŕ la resistenza (tipo in salita) e maggiore deve essere la coppia (la spinta del piede) per muovere il veicolo. La coppia motrice viene rilevata al banco prova, ha un andamento crescente fino a un certo regime di rotazione (dal 50 al 70% del regime max) poi decresce. E' alla coppia massima che si ha il massimo rendimento del motore.

curva coppia motrice

Potenza

E' il lavoro compiuto nell'unitÓ di tempo, viene rilevata tramite calcolo moltiplicando la coppia motrice per il numero di giri del motore. Si misura in kW (chilowatt) o in CV (1kW x 1,36). L'andamento Ŕ crescente fino a un punto, prossimo al valore di rotazione max, per poi decrescere repentinamente. Nella marcia, per poter aumentare la velocitÓ occorre maggiore potenza (aumento di giri del motore) per poter vincere le resistenze.

curva potenza

Consumo specifico

Consumo del motore in un dato tempo, per un certo numero di giri. Espresso in g/kW (grammi/chilowatt) esprime il rendimento del carburante. Il punto minimo indica la migliore conversione di energia chimica (il carburante) in energia meccanica.

curva consumo specifico

Campo di stabilitÓ

Nel diagramma delle curve caratteristiche, Ŕ la zona compresa tra il regime di coppia massima e quello di potenza massima. E' questa la zona di rotazione del motore che consente la marcia senza dover intervenire nel cambio. Al diminuire della coppia, aumenta la potenza. Se il veicolo incontra una pendenza in salita, la potenza scende ma aumenta la coppia fino al punto che, cominciando a decrescere anche la coppia, occorre ridurre la marcia.

curva campo stabilitÓ