Modulo 7 - Prevenzione rischi - Principi di ergonomia

Rischi professionali

I rischi legati alla professione dell'autotrasporto sono:
  • incidente stradale
  • ribaltamento veicolo
  • investimento del carico
  • incendio, esplosione
  • stress
  • posture scorrette
  • vibrazioni e rumore
rischi professionali

Attività Problema Conseguenze Contromisure
Guida

rischi guida
Cattiva postura Problemi alle articolazioni, all'apparato muscolare e scheletrico, ernia al disco Adattare sedile e comandi alla propria corporatura
Stanchezza Colpo di sonno
  • Rispettare tempi di guida e di riposo, fare le interruzioni previste
  • Limitare la guida notturna
  • Dormire almeno 7 ore per notte
  • Fare pasti leggeri e non abusare di alcool
Ambiente di lavoro inadeguato Disturbi visivi, colpi di freddo, inquinamento, vibrazioni, rumore
  • Illuminazione corretta
  • Climatizzazione adeguata
  • Limitare fumo, arieggiare posto guida
  • Chiudere i finistrini nel traffico
Carico/Scarico

carico-scarico
Eccessivo sforzo fisico Stiramento
  • Usare mezzi meccanici (sopra 30 kg)
  • Corretto sollevamento / spostamento della merce
Investimento merce Traumi, fratture Rispetto norme nelle operazioni di carico/scarico
Manutenzione

manutenzione
Uso improprio utensili Traumi, ferite da taglio
  • Uso corretto utensili
  • Uso guanti

Ergonomia

L'ergonomia è la scienza che si occupa dello studio dell'interazione tra uomo e tecnologia, al fine di migliorarne la qualità. Migliore è la qualità, maggiore è il livello di ergonomia. I requisiti per stabilire il livello di ergonomia sono la sicurezza, l'adattabilità, l'usabilità, il comfort, la gradevolezza, la comprensibilità.

Posto guida

Il posto di guida deve essere progettato in maniera di essere abitabile (spazio fisico per i conducenti di varie corporature), deve consentire adeguata visibilità, essere climatizzato, insonorizzato e consentire adeguata usabilità dei vari comandi (sterzo, pedali, ecc).
Il sedile deve consentire la regolazione longitudinale (avanti-dietro), verticale, deve avere il molleggio regolabile. Deve assicurare adeguato comfort, deve assorbire l'umidità nei punti di contatto con il corpo e assorbire in parte le vibrazioni del veicolo.
Negli autobus, il posto di guida deve essere isolato dal resto del veicolo, in particolare per evitare la distrazione dei passeggeri, minore illuminazione nelle ore notturne, rispetto al vano passeggeri, e una climatizzazione diversa rispetto ai passeggeri.
L'abitabilità del posto di guida è accettabile se l'affaticamento del conducente non è eccessivo, i movimenti di precisione non comportano sforzi, le condizioni ambientali (luce, rumore, temperatura) sono adeguate a quelle esterne, non vi è esposizione a materiali o gas pericolosi.
ergonomia guida