Modulo 9 - Assistenza e soccorso ai feriti

In presenza di infortunati è obbligatorio prestare i primi aiuti alle vittime in attesa di soccorso. Tale assistenza si deve basare su norme di primo soccorso, consistenti nell'attuare semplici misure di sopravvivenza e evitare un aggravamento delle condizioni dell'infortunato tramite interventi errati. Anche in caso di mancanza di conoscenze, la semplice richiesta di intervento e l'assistenza morale al ferito rientra nelle norme di primo soccorso.

Controllo condizioni vitali

Consiste nella verifica della presenza di battito cardiaco e respiro. Il battito va preso sul polso, in caso di mancanza bisogna verificare sul collo il battito carotideo. Per verificare la presenza della respirazione, controllare il movimento del torace o accostando l'orecchio alla bocca. In caso negativo, va effettuata la rianimazione cardio-circolatoria (respirazione artificiale e massaggio cardiaco). controlli condizioni vitali

Tipo di intervento

Problema/causa Sintomi Contromisure
Stato di incoscienza
Violento trauma
L'infortunato non reagisce a semplici stimoli tattili o sonori (toccandolo o parlandogli) Porre il ferito in posizione laterale di sicurezza posizione laterale
Emorragia
Rottura dei vasi sanguigni
Evidente fuoriuscita di sangue (se esterna). In caso di emorragia interna, può avere difficoltà respiratorie (se toracica) o a livello neurologico (se cranica) Bisogna tamponare la ferita ponendo del materiale pulito e comprimendo la parte interessata. Se venosa (il sangue esce lentamente) è sufficente, se arteriosa (il sangue esce zampillando e con pressione), potrebbe essere necessario usare la compressione a distanza o laccio emostatico.
Stato di shock
Abbassamento della pressione del sangue a causa di emorragia, traumi, emozioni o dolore
Il soggetto accusa i seguenti sintomi:
  • brividi e sudore freddo
  • colorito pallido
  • polso debole e frequente
Mettere il ferito nella posizione antishock (disteso supino e gambe sollevate), coprirlo con una coperta e tenere sotto controllo battito e respiro posizione antishock
Trauma cranico
Violento urto del capo contro ostacolo
Possono verificarsi i seguenti elementi:
  • perdita di sangue da naso e orecchio
  • perdita di coscienza
  • problemi di vista e udito
  • nausea
  • confusione mentale
Se cosciente, metterlo in posizione antishock, se incoscente in posizione laterale. Anche se non accusa sintomi palesi, è necessario affidarlo al controllo medico. trauma cranico
Trauma toracico
Violento urto del torace contro ostacolo
Possono verificarsi i seguenti elementi:
  • difficoltà respiratorie
  • forte dolore al torace
  • emorragie interne
Se cosciente, metterlo in posizione semi-seduta, se incosciente in posizione laterale. In presenza di ferita, comprimere con materiale pulito. posizione semiseduta
Fratture
Rottura o incrinazione di un osso
Presenza di dolore all'arto. Se alla colonna vertebrale:
  • insensibilità agli arti inferiori
  • dolore alla schiena
Immobilizzare l'arto e coprire eventuali ferite con materiale pulito
Non spostare il corpo e evitare che la colonna vertebrare subisca movimenti errati
Ustioni
Bruciatura della pelle per contatto con fiamma o materiale arroventato
Presenza di bruciature più o meno estese Non togliere brandelli di tessuto, coprire le parti con materiale pulito, prevenire lo stato di shock. tipi ustione