Modulo C1 - 1 Tipi e caratteristiche autobus

Classificazione

Autobus: veicolo per trasporto persone con oltre 9 posti (scuolabus se trasporto scolari)
Minibus: veicolo per trasporto persone fino a 16 posti (miniscuolabus se trasporto scolari)

Internazionale

Categoria M1: veicolo trasporto persone fino a 9 posti a sedere
Categoria M2: veicolo trasporto persone oltre 9 posti e fino a 5 T di massa complessiva
Categoria M3: veicolo trasporto persone oltre 9 posti e oltre 5 T di massa complessiva

Solitamente, nella categoria M2 rientrano i minibus e le classi A e B, nella categoria M3 gli autobus e le classi I, II e III

Tipologia Veicolo Descrizione Uso Tipo trasporto
Classe A
(fino a 22 posti)
autobus classe a Veicoli destinati al trasporto di passeggeri in piedi Servizio di linea Urbano
Suburbano
Classe B
(fino a 22 posti)
autobus classe b Veicoli non destinati al trasporto di persone in piedi Uso proprio
servizio di linea
N.C.C
Interurbano
Granturismo
Classe I
(oltre 22 posti)
autobus classe I Veicoli costruiti con zone destinate ai passeggeri in piedi, per consentire loro frequenti spostamenti Servizio di linea Urbano
Suburbano
Classe II
(oltre 22 posti)
autobus classe II Veicoli destinati principalmente al trasporto di passeggeri seduti, progettati in modo da poter trasportare passeggeri in piedi nella corsia e/o in una zona di superfice non superiore allo spazio occupato da due sedili doppi Servizio di linea Interurbano
Classe III
(oltre 22 posti)
autobus classe III Veicoli destinati esclusivamente al trasporto di passeggeri seduti Uso proprio
servizio di linea
N.C.C
Interregionale
Granturismo

Tipologie costruttive

Pianale ribassato
Autobus che presenta una zona contigua alla porta di accesso senza gradini. Facilita l'entrata e l'uscita in particolare delle persone con ridotta capacità motoria.
pianale ribassato
Autobus a 2 piani
Veicolo con passeggeri disposti su due livelli, raccordati da una scala interna. Il vano superiore può essere scoperto (in caso di autobus turistici)
autobus 2 piani
Autosnodato
Veicolo composto da due mezzi permanentemente collegati (il distacco può avvenire solo in officina). Il collegamento, raccordato da un dispositivo flessibile, consente il passaggio dei passeggeri da un vano all'altro anche in movimento. La lunghezza massima è di 18,75. La massa, per un 3 assi, è di 30 T massime.
autosnodato

Carico bagagli

bagagliera cappelliera
Bagagliera. Apposito vano situato sotto il pianale. La massa stabilita per il vano di carico è di 100 kg a mc3. Cappelliera. Posta sopra i sedili, consente il posizionamento di bagaglio a mano. Occorre fare attenzione alla possibile caduta durante la marcia.
bagagliera sbalzo carrello appendice
Bagagliera a sbalzo. Struttura amovibile posta posteriormente. Non deve superare l'8,5% della lunghezza del veicolo (e massimo 1 m), il 92% in larghezza (massimo 2,35 m) e altezza 2,50 m. La massa massima è 700 kg. Carrello appendice. Carrello che è parte integrante del veicolo. Dimensioni massime: lunghezza 4,10 m, larghezza 1,80 m, altezza 2,50 m). Massa massima 2000 kg.

Porte

Un autobus deve avere almeno 2 porte, di cui 1 di accesso (o 2 accesso o 1 accesso e 1 sicurezza).

Nr. Passeggeri Classi I e A Classe II Classe III e B
9 - 45 1 1 1
46 - 70 2 1 1
71 - 100 3 2 1
Oltre 100 4 3 1

La porta di accesso è quella utilizzata dai passeggeri in condizioni normali di esercizio. Può essere servocomandata o automatica.
La porta di sicurezza è quella utilizzata dai passeggeri in caso di emergenza.
La doppia porta è una porta che consente l'accesso a due persone contemporaneamente.
Le porte devono essere situate sul lato destro, almeno una deve essere nella metà anteriore. Nella parte posteriore può essere prevista una porta per carrezzelle.

La porta servocomandata è azionata dal conducente a distanza tramite pulsante (apre e chiude la porta).
La porta automatica è aperta dal passeggero, dopo che il conducente attiva lo sblocco, e si richiude automaticamente.

Iscrizioni obbligatorie

Targa posti: posta nella parte anteriore del veicolo, indica il numero dei posti per i passeggeri (seduti, in piedi e, eventualmente, per carrozzelle)
Segnalazione uscite di sicurezza: ogni uscita (porta, finestrino o botola) deve essere segnalata con apposita targa.

Altri dispositivi

Estintore. Deve essere presente a bordo almeno un estintore (almeno uno in vicinanza del conducente).
Cassetta di pronto soccorso.
Botole di evacuazione. Apertura posta sul tetto o sul pavimento destinata all'uscita in caso di emergenza. Fino a 50 posti almeno 1 botola, superiore almeno 2.
Dispositivi di comunicazione con conducente. Pulsanti che consentono ai passeggeri la richiesta di effettuare una fermata. Sono pulsanti di attivazione, distribuiti nel veicolo, e un segnale luminoso che avvisa ai passaggeri dell'avvenuta chiamata.
Illuminazione interna. La normativa prevede che devono essere illuminati: i vani passeggeri, i gradini, l'accesso alle porte, vano motore e bagagliera, iscrizioni e comandi interni delle uscite.