Domande modulo 3

Curve di coppia, di potenza e di consumo specifico del motore, zona di uso ottimale del contagiri, diagrammi di ricoprimento dei rapporti di trasmissione. Ottimizzazione del consumo di carburante.

1) Quali sono le curve caratteristiche che identificano tecnicamente un motore ?
Curva della potenza, della coppia motrice e del consumo specifico.
2) Descrivere il concetto di coppia motrice.
La coppia motrice è il momento torcente applicato all'albero motore. E' data dalla spinta esercitata sul pistone per il braccio di manovella (espressa in Nm, newtonmetro).
3) Cosa può ridurre il consumo specifico di un motore ?
L'utilizzo delle marce appropriate del cambio.
4) Come si calcola la potenza di un motore ?
La potenza si calcola moltiplicando la coppia motrice per il numero di giri.
5) Cos'è il campo di stabilità ?
La zona del diagramma delle curve caratteristiche che va dalla coppia massima alla potenza massima.
6) Quali sono gli organi di trasmissione ?
Volano, frizione, cambio, albero di trasmissione, coppia conica (rapporto al ponte), differenziale, semiassi.
7) Qual'è la funzione del riduttore del cambio di velocità ?
Quella di poter dimezzare una marcia e quindi di poter raddoppiare i rapporti nei veicoli pesanti.
8) Qual'è la funzione del gruppo epicicloidale ?
Nel cambio fuller, serve a raddoppiare il numero di marce (4+4 x2).
9) Perchè in un veicolo pesante industriale si utilizzano cambi con un numero di rapporti elevato rispetto ai cambi delle autovetture ?
Considerando le masse e il numero di giri ridotto della zona di stabilità, consente di poter sfruttare meglio il motore.
10) Nella trasmissione quali sono le funzioni dei giunti ?
Nell'albero di trasmissione, il giunto elastico quella di assorbire gli strappi alla partenza, il giunto telescopico quella di permettere l'allungamento (in caso di carico), il giunto cardanico quello di trasmettere il moto tra due assi in rotazione.
11) Quali sono gli organi della scatola al ponte e quali sono le loro funzioni ?
La coppia conica (pignone e corona), per ridurre di un rapporto fisso i giri tra albero di trasmissione e semiassi. Il differenziale che permette alle ruote motrici di girare diversamente nelle curve. Quando il veicolo percorre un rettilineo i satelliti sono fermi e i planetari (collegati ai semiassi) fanno gli stessi giri. In curva, la ruota interna ha più aderenza, i satelliti girano su se stessi e trasferiscono parte dei giri al planetario della ruota esterna. In caso di scarsa aderenza, il differenziale potrebbe far girare solo una ruota, quella senza aderenza, e impedire al veicolo di muoversi. In tal caso, i veicoli adibiti a lavoro in fuoristrada hanno il blocco differenziale che esclude il suo funzionamento.
12) Quali sono i dispositivi più conosciuti utilizzati per migliorare l'efficenza di trazione dei veicoli che la tecnologia moderna ha messo a disposizione ?
ASR (sistema anti pattinamento) che impedisce il pattinamento delle ruote motrici in fase di accelerazione.
13) Illustrare la relazione tra coppia motrice al motore e coppia motrice alla ruota.
A parità di giri e di potenza, la coppia alla ruota è tanto maggiore quanto più è ridotta la marcia.
14) Descrivere il diagramma di ricoprimento dei rapporti di trasmissione e la relazione tra sforzo di trazione e velocità di avanzamento.
Ogni marcia ha una curva (la più bassa ha alto sforzo di trazione, ossia ha più coppia, e bassa velocità mentre la marcia più alta avrà basso sforzo e alta velocità). Quando le curve si sovrappongono, significa che in quel momento si potrebbero usare indifferentemente entrambe le marce.
15) Descrivere il coordinamento tra sforzo di trazione, numero di giri del motore e rapporto del cambio.
A parità di giri, e quindi di coppia motrice, tanto più la marcia è bassa e tanto più avremmo sforzo di trazione (ossia coppia alle ruote).
16) Spiegare l'uso del contagiri, delle fasce di utilizzo e della zona di uso ottimale.
Il contagiri segnala i giri al minuto del motore. Ci sono tre zone, quella verde (ottimale) identifica la zona di massimo utilizzo, la gialla quella che avverte di cambiare rapporto, la rossa di massimo consumo.
17) Quali sono i sistemi di abbattimento delle emissioni inquinanti nei motori diesel ?
Marmitta catalitica e filtro antiparticolato.
18) come si può ottenere l'abbattimento della sostanza inquinante come l'ossido di azoto (NOx) ?
Tramite marmitta catalitica, avviene una trasformazione in azoto (non inquinante) e vapore acqueo.
19) A cosa serve la sostanza chiamata AdBlue ?
E' una sostanza di acqua e urea che aggiunto ai gas di scarico dei motori diesel trasforma gli ossidi di azoto (NOx) in azoto e acqua (N2 e H2O).
20) Dove si può reperire la sostanza AdBlue ?
In appositi impianti.
21) Qual'è la funzione del convertitore catalitico ?
Quella di operare una post combustione e trasformare gli agenti inquinanti (in particolare NO, CO e HC) in acqua, azoto e anidride carbonica.
22) Cos'è il particolato fine PM 10 ?
Sono le ceneri rilasciate dai motori diesel.
23) Qual è la funzione del filtro anti particolato ?
Quella di trattenere le polveri sottili e bruciarle quando il veicolo marcia ad elevate velocità.