Domande modulo 8

Consapevolezza dell'importanza dell'idoneita' fisica e mentale: principi di un'alimentazione sana ed equilibrata, effetti dell'alcool, dei farmaci e di tutte le sostanze che inducono stati di alterazione; sintomi, cause ed effetti dell'affaticamento e dello stress, ruolo fondamentale del ciclo di base attivita' lavorativa/riposo.

1) Quali sono le conseguenze sulla guida di un'alimentazione scorretta ?
Altera le condizioni psicofisiche, determina pesantezza e sonnolenza con ricaduta negativa su attenzione e prontezza di riflessi.
2) Lo stato di ebbrezza provoca determinati effetti sulla guida. Descrivere tali effetti e le conseguenze sul comportamento al volante.
Diminuzione della percezione sensoriale: sottovalutazione dei pericoli
Aumento tempo di reazione: riflessi e movimenti ritardati
Riduzione capacità visiva: visione sfocata, cattiva valutazione distanze, in casi gravi sdoppiamento dell'immagine
Coordinamento motorio: difficoltà di movimento, maggiore stanchezza.
3) Provvedimenti del codice della strada nei confronti di chi guida sotto l'effetto di alcol.
La guida in stato di ebbrezza è sanzione penale, viene punita a secondo del livello alcolemico nel sangue. Comporta sanzione, sospensione o revoca della patente. Tasso limite 0,50, per i conducenti professionali 0.
4) Per quali motivi i farmaci possono essere pericolosi per gli autisti di professione.
Molti farmaci hanno, tra gli effetti collaterali, quello di indurre sonnolenza. Alcuni interagisco con l'alcool aumentando i rischi (come nausea, vomito o acidità di stomaco).
5) Correlazione tra alcol e incidenti stradali. Valutare l'incidenza dell'alterazione psicofisica dei conducenti sulla mortalità stradale.
Il rischio di incidente è superiore all'aumentare del tasso alcolico. Anche un tasso relativamente basso, fa aumentare la probabilità di incidente di 3-4 volte rispetto a un conducente sobrio.
6) Cos'è il tasso alcolemico, come si misura, quali sono i limiti di legge.
E' la concentrazione di alcol nel sangue, si misura in grammi/litro. 0,5 significa quindi 0,5 grammi per ogni litro di sangue. Il limite legale è 0,5 g/l per la generalità dei conducenti, 0 per gli autisti professionali e i neopatentati.
7) Effetti a breve termine e a lungo termine dell'alcol.
L'assorbimento dell'alcool è rapido, il picco si ha dopo circa mezz'ora poi comincia la metabolizzazione da parte del fegato (per il 90%). Una quantità modica viene smaltita in poche ore. A lungo termine, l'eccesso di alcool porta a un sovraffaticamento del fegato, che non riuscirà più a bruciare l'alcool. Si può arrivare a gravi malattie come la cirrosi epatica.
8) Illustrare le ragioni per le quali l'assunzione di droghe è pericolosa e incompatibile con la guida.
L'assunzione delle droghe altera le condizioni psicofisiche. O portano ad eccitazione e relativa euforia, o producono rilassamento e sonnolenza.
9) Elencare i sintomi e gli effetti della stanchezza e della fatica.
La stanchezza (di solito per sovraccarico di guida o di lavoro) si manifesta con sbadigli, sonnolenza, distrazione. Chiaramente, questo porta a maggior rischio di incidente (se alla guida) o a commettere sbagli (tipo nel carico/scarico merce).
10) Per quale motivo è importante alternare i ritmi di sonno/veglia in modo regolare ?
L'organismo ha bisogno delle giuste ore di riposo, possibilmente nello stesso periodo giornaliero. Alterare i ritmi circadiani (sonno/veglia nell'arco delle 24 ore) comporta maggior rischio, in special modo nella guida notturna (possibile colpo di sonno). Il pericolo aumenta se si è dormito poco o se si è svegli da oltre 18 ore.