Domande modulo C1

Uso d'infrastrutture specifiche (aree di fermata, autostazioni, corsie riservate), gestione delle situazione di conflitto fra la guida in sicurezza e le altre funzioni del conducente, interazione con i passeggeri.

1) Parlare delle diverse tipologie di autobus e delle loro caratteristiche.
Autobus, trasporto persone oltre 9 posti, scuolabus trasporto specifico scolari, minibus trasporto persone da 10 a 16 posti, miniscuolabus per trasporto specifico scolari.
2) Parlare delle classificazioni degli autobus, relativamente all'aspetto costruttivo e al tipo di trasporto.
Urbano e suburbano, con maggioranza di posti in piedi, interurbano, con maggioranza di posti a sedere e posti in piedi in caso di brevi tragitti, interregionali, granturismo e ncc con solo posti a sedere.
3) Cos'Ŕ una zona a traffico limitato e come viene segnalata ?
Zona dove il traffico Ŕ limitato in certi orari o certi giorni a determinate categorie. Segnalata con divieto di transito e pannello con le eccezioni.
4) Cos'Ŕ un'area pedonale e quali sono i veicoli che vi possono transitare ?
Area riservata ai pedoni. Possono entrare veicoli in emergenza, veicoli per minorati e veicoli ad emissione zero a due ruote.
5) Parlare delle aree di fermata, di come vengono segnalate e del comportamento da tenere in presenza di queste aree.
Area per la salita e discesa dei passeggeri dagli autobus di linea. E' segnalata da apposito segnale verticale e eventuale segnaletica orizzontale (non obbligatoria) di colore giallo discontinuo e zigzag continua prima e dopo. E' vietata la sosta in tutta l'area o, in mancanza di strisce, 15 m prima e dopo. E' consentita la fermata e il transito.
6) Che differenza c'Ŕ tra un'area di fermata e un golfo di fermata ?
L'area di fermata Ŕ interna alla carreggiata, il golfo Ŕ una rientranza a destra che facilita lo scorrimento del traffico durante la fermata dell'autobus.
7) Che differenza c'Ŕ tra un'area di fermata e una piazzola di fermata ?
La piazzola di fermata Ŕ una'area apposita, esterna alla carreggiata, e ha minure minime: 3 m larghezza, 12 m lunghezza e 30 m di raccordo.
8) A che distanza vengono collocate le fermate degli autoveicoli in servizio pubblico di linea ?
Almeno a 50 metri tra loro su strada a doppio senso e due corsie se su lati opposti, almeno 20 m dopo un'intersezione e almeno 10 m prima dell'intersezione.
9) Parlare della sede tranviaria e delle varie tipologie che esistono.
La sede tranviaria pu˛ essere propria (rialzata o delimitata) e non consente ne il transito ne fermata e sosta dei veicoli oppure promiscua, con binari a raso, in cui Ŕ consentito il transito ma sempre vietata fermata e sosta.
10) A cosa bisogna prestare attenzione in caso di circolazione in presenza di binari tranviari e in prossimitÓ del salvagente ?
Alla presenza di pedoni che possono scendere dal salvagente per attraversare la carreggiata.
11) Parlare delle corsie e delle zone riservate e di come vengono segnalate.
Le corsie riservate consentono la circolazione solo ai veicoli indicati (di solito i mezzi pubblici e i veicoli per disabili). Segnalate con apposito segnale verticale con le categorie che possono circolare; la corsia Ŕ delimitata da striscia continua gialla.
12) Quali sono i vantaggi dell'utilizzo delle corsie riservate ?
Per i mezzi pubblici, una circolazione pi¨ fluida, rispetto degli orari, minor consumo e minore inquinamento. Per il conducente, una guida meno stressante.
13) Parlare delle lanterne semaforiche e delle relative segnalazione.
Luce orizzontale bianca, alt. Luce verticale bianca, via libera. Triangolo giallo, attenzione.
14) Cosa sono le autostazioni e come sono composte ?
Sono siti per lo scambio delle diverse modalitÓ di trasporto delle persone (pedoni, autobus, taxi). Sono composte da un piazzale per la circolazione e la sosta degli autobus, da un fabbricato con i servizi e per l'attesa dei viaggiatori, eventuale rimessa per i veicoli.
15) Quali sono i principali schemi funzionali a cui si fa riferimento in sede di progettazione delle autostazioni ?
Stabile al centro e piazzale intorno, piazzale al centro e stabile su due o tre lati, stabile su un lato e piazzale disposto parallelo su un lato (tipo stazione ferroviaria).
16) Cosa indicano i segnali PARCHEGGI DI SCAMBIO ?
La possibilitÓ di parcheggiare l'auto e usare i mezzi pubblici indicati per raggiungere il centro.
17) Parlare dei principali doveri del conducente in materia di responsabilitÓ e di mantenimento del veicolo.
Rispettare gli orari,controllare l'efficenza del veicolo e la sicurezza dei passeggeri. Nel caso del NCC deve curare la piccola manutenzione e la pulizia del mezzo.
18) Cosa deve verificare il conducente prima di iniziare il viaggio ?
Che il veicolo sia in ordine, con i documenti in regola.
19) Che documenti deve avere a bordo il conducente? Parlare delle differenze tra servizi di linea e NCC.
Servizio di linea, copia del registro di servizio e copia dell'orario di servizio. NCC dischi del cronotachigrafo o carta del conducente.
20) Quali accortezze deve avere il conducente durante il viaggio ?
Non parlare con i passeggeri e non distrarsi, garantire la sicurezza nelle salite e discese dei passeggeri, facendo attenzione in particolare anche ai pedoni in attesa alla fermata.
21) Quali verifiche deve effettuare il conducente, relativamente al mezzo, per assicurarsi che non ci siano pericoli per i passeggeri ?
Verificare che non ci siano vetri rotti, oggetti che possono cadere dalla cappelliera, sedili danneggiati o oggetti che possono muoversi (bottiglie che rotolano).
22) Quali verifiche Ŕ bene che faccia il conducente dopo l'utilizzo del mezzo da parte dell'utenza ?
Che non siano rimasti oggetti a bordo, nell'NCC ha anche il compito della pulizia del mezzo.
23) Quali sono i compiti del conducente in materia di manutenzione e controllo del mezzo? Parlare delle differenza tra servizi di linea e NCC.
Nell'NCC ha il compito dei controlli periodici del mezzo e della piccola manutenzione, in caso di servizi di linea ha il compito di segnalare ogni anomalia ma non quello di fare i controlli.
24) Parlare dei divieti imposti agli utenti e i doveri del conducente in merito.
Non devono parlare al conducente, non fumare, sporcare, gettare oggetti dai finestrini.
25) Quali sono i principali diritti degli utenti ?
Viaggiare in sicurezza e nel rispetto degli orari, avere informazioni, viaggiare su un mezzo pulito.
26) Quali sono le regole previste dalla normativa europea in materia di illuminazione artificiale interna del veicolo ?
Devono essere illuminati i vani, i gradini, le uscite, vani bagagli e motore, tutte le iscrizioni e i comandi interni.
27) Quali sono i diversi sistemi di comunicazione tra conducente e utenza e quali sono i relativi divieti ?
Pulsanti colorati, uno o pi¨ segnali luminosi con scritta richiesta di fermata.
28) Parlare dei principi su cui si basa la guida sicura.
Durante la guida, non costituire pericolo per i passeggeri e per gli altri utenti della strada.
29) Parlare della guida sicura e delle possibili cause di pericolo.
La velocitÓ, le condizioni ambientali, ostacoli vari durante la circolazione. Incidono le condizioni psico-fisiche del conducente, l'esperienza del conducente, il tipo di percorso.
30) Indicare le principali regole pratiche che il conducente deve adottare per mettere in pratica la guida sicura.
Mantenere sempre la calma e la tolleranza verso gli altri utenti, rispettare sempre le regole del cds, usare buon senso, possibilmente prevedere gli errori degli altri utenti.