Addio patentino, arriva la patente AM

Il patentino per il ciclomotore va in archivio, anche i 14enni avranno una patente vera e propria



addio patentino

E' dal 2006, anno in cui la direttiva 2006/126/CE vide la luce, che si sapeva che per la guida dei ciclomotori sarebbe stata necessaria una patente, come per tutti i veicoli a motore. La data limite fissata era il 19/01/2013. Dunque, da tale data, cessa il rilascio del CIGC (o patentino) dopo quasi otto anni dalla sua istituzione. Ma cosa cambia, all'atto pratico ?

Innanzitutto, nessun problema per chi lo ha conseguito. Non deve fare assolutamente nulla e continuerà a guidare ciclomotori, tricicli o minicar. Solo in caso di smarrimento, in caso di duplicato, lo vedrà sostituito con la patente. Chi invece deve compiere 14 anni e vuole prendere la patente cosa deve fare ?


Patentino in corso. Chi ha già iniziato il conseguimento (ad esempio ha sostenuto la teoria ma non la guida) prosegue normalmente. L'esame di pratica è lo stesso, cambia solo che ora occorrono anche due foto. Chi, invece, deve anche sostenere la teoria deve fare domanda per l'esame della patente, allegando i documenti soliti tranne l'attestato di frequenza del corso (non più valido dal 19/01/2013). L'esame di teoria, in un primo momento, sarà uguale a quello del patentino (scheda di 10 domande con ognuna 3 risposte casuali vere o false).

Nuovo conseguimento dal 19/01/2013. Per chi inizierà l'avventura dopo tale data la prima novità è che non ci saranno più i corsi di formazione presso istituti scolastici o presso le autoscuole, quindi si potrà fare o come privatista (preparandosi da soli) o tramite corso in autoscuola. L'esame di teoria, in un primo momento identico all'attuale, diventerà a regime informatizzato (come la patente A o B) con 30 quesiti a risposta vera o falsa e con tre soli errori ammessi. Un leggero aumento di difficoltà. Sarà consentito ripetere l'esame di teoria una volta in caso di bocciatura, altrimenti si dovrà ripresentare la domanda d'esame. Al superamento dell'esame teorico, sarà rilasciato il foglio rosa, con sempre sei mesi di validità, che consentirà di sostenere due prove d'esame di guida. Le esercitazioni seguiranno le modalità previste dall'art. 122 mentre per l'esame di pratica, come già detto, tutto rimane invariato.

DM 10/12/2012 sulla disciplina delle prove e esercitazione per il conseguimento della patente AM

12/01/2013