Arriva lo sconto per le multe

Decurtazione del 30% dell'importo per chi paga subito



sconto multe

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del decreto legge 69/2013 (cosiddetto Decreto del Fare), entra in vigore la modifica dell'art. 202 del C.d.S. che prevede la possibilità dello sconto del 30% sulle sanzioni amministrative. Per usufruire di tale sconto, è necessario che il pagamento sia effettuato entro 5 giorni dalla contestazione (in caso di accertamento immediato, ossia si viene fermati e viene elevato un verbale) o dalla notifica (in caso di verbale inviato per posta, ad esempio per un autovelox). Nel caso, invece, di sanzione con preavviso di accertamento (tipo le multe per divieto di sosta apposte sotto il tergicristallo), sarà possibile il pagamento scontato entro cinque giorni dal preavviso oppure aspettare la notifica per posta e pagare entro cinque giorni. In tale ultima ipotesi, lo sconto non verrà applicato alle spese accessorie di notifica.

E cosi, per un divieto di sosta con pagamento immediato si passa da 41 euro a 28,7, un passaggio con il rosso da 162 euro a 113,4, un superamento del limite di velocità da 10 fino a 40 km/h da 168 euro a 117,6. Ad ogni modo, per calcolare l'importo scontato basta dividere per 10 la sanzione minima edittale e moltiplicare per 7. Tale possibilità di pagamento ridotto non può tuttavia essere applicata in caso di infrazioni che comportano sanzioni penali (ammende, tipo guida senza patente o per il superamento dei limiti alcolici oltre 0,8 g/l) e nei casi in cui la sanzione comporti le sanzioni accessorie della confisca del veicolo o la sanzione amministrativa della sospensione della patente di guida. E' invece possibile il pagamento scontato, e questo appare strano, qualora sia prevista la sanzione accessoria della revoca della patente di guida.

Viene introdotta anche la possibilità del pagamento tramite strumenti elettronici (pos), possibilità che tuttavia sarà operativa solo se l'agente accertatore sarà munito dell'apposita strumentazione. Un ulteriore aiuto sarà dato ai conducenti professionali di autocarri e autobus; la cauzione da versare, in caso di mancato pagamento immediato delle sanzioni di cui all'art. 202/2bis, passa dalla metà del massimo della sanzione pecunaria al minimo edittale. Ultima novità, la previsione della notifica delle sanzioni via posta elettronica certificata, escludendo in tal modo le spese di notifica. Per tale modalità, tuttavia, occorrerà attendere apposito decreto da parte dei ministeri competenti.

20/08/2013




Share |