School. Il casco, una scelta importante

Come scegliere il casco adatto, come riconoscere l'omologazione



caschi

Con l'arrivo della stagione primaverile, le due ruote escono dal letargo invernale e le strade si ripopolano di centauri. E' importante anche controllare il dispositivo di sicurezza passiva più importante per gli amanti delle due ruote: il casco. Vedremo come riconoscere un casco omologato e come scegliere, in caso di acquisto, quello che fa per noi.

L'omologazione

I caschi prodotti e venduti nell'Unione Europea devono sottostare ai requisiti stabiliti dal regolamento ECE 22/05 (ma vanno bene anche i precedenti). Il casco deve avere un'etichetta, cucita sul cinturino, con le seguenti caratteristiche:

  • una E seguita da un numero (che identifica il paese che ha omologato il modello)*
  • un numero che identifica il modello omologato (le prime due cifre sono l'emendamento del regolamento ECE 22 a cui fa riferimento l'omologazione, 05 è l'ultimo ma può essere anche 04, 03 ecc)
  • una o due lettere che identifica il tipo di omologazione
    • J casco senza mentoniera (jet)
    • P casco con mentoniera protettiva (integrale e modulare)
    • NP casco con mentoniera non protettiva (modulare)
  • un numero che identifica il numero di serie del modello (ogni casco dello stesso modello avrà un numero diverso)
omologazione casco

Casco omologato in Italia secondo norme ECE 22.05 con mentoniera protettiva

* Lista paesi omologanti:
E1 - Germania
E2 - Francia
E3 - Italia
E4 - Paesi Bassi
E5 - Svezia
E6 - Belgio

E7 - Ungheria
E8 - Cecoslovacchia
E9 - Spagna
E10 - Jugoslavia
E11 - Gran Bretagna
E12 - Austria

E13 - Lussemburgo
E14 - Svizzera
E16 - Norvegia
E17 - Finlandia
E18 - Danimarca
E19 - Romania

E20 - Polonia
E21 - Portogallo
E23 - Grecia
E24 - Irlanda
E25 - Croazia
E26 - Slovenia

Anche la visiera deve avere un'apposita omologazione. Se la luminosità trasmessa è inferiore all'80%, riporterà la scritta "DAYTIME USE ONLY" (uso consentito solo di giorno) e/o il simbolo del sole.

La scelta

Premesso che ogni testa è diversa, ogni veicolo ha le sue caratteristiche, c'è chi lo userà poco e chi molto, alcuni parametri sono in ogni caso importanti, altri sono soggettivi e ognuno sceglierà in base a considerazioni personali.
Il casco deve essere aderente alla testa, non deve muoversi (ad esempio, muovendo la testa in alto e in basso). In generale, meno pesa e meglio è (minore affaticamento alle vertebre cervicali), tuttavia anche il bilanciamento dinamico (mantenere la posizione senza affaticare il collo) è importante. A volte, le turbolenze dinamiche create dall'aria (magari per la conformazione del cupolino e l'altezza del conducente) fanno si che un casco, ottimo indossato da fermo, crei disagio in movimento.
La visiera deve essere chiara (salvo uso giornaliero per quelle marchiate DayTime), meglio se antiappannante. Quando chiusa, deve evitare l'ingresso di aria, per evitare fastidiose turbolenze.
Il cinturino può avere vari tipi di chiusura: a doppio anello, a scatto o micrometrica. Quella a doppio anello è la più sicura, quella a scatto la più pratica. In ogni caso, anche il cinturino deve essere omologato (resistenza della chiusura e dell'allungamento del nastro), quindi alla fine basta che la chiusura sia integra e funzioni.
Importanti sono le prese d'aria che facilitano la ventilazione del capo, in particolare nelle giornate estive.
Gli interni devono essere traspiranti, antiallergici e lavabili, meglio se estraibili. C'è da considerare che la calotta interna è di polistirolo e, con l'uso, tende ad allargarsi. Quindi, è buona norma sostituire il casco dopo 5-6 anni.
Per quanto riguarda la manutenzione, non lasciare il casco al sole o dentro il bauletto (il caldo è deleterio per la calotta interna), tenere pulita la visiera (basta un po di acqua tiepida per rimuovere i moscerini), lavare periodicamente gli interni con del sapone neutro.

Tipo di casco

Tipo Pro Contro
Jet
casco jet
comodità, ventilazione, leggerezza protezione limitata (manca mentoniera), rumorosità
Modulare
casco modulare
comodità nelle brevi fermate, buona protezione anche frontale (se omologato P) pesantezza, spesso rumoroso
Integrale
casco integrale
Maggiore protezione, più leggero del modulare Aerazione spesso insufficente, scomodità nell'uso quotidiano

25/03/2012