Cambiano gli esami di teoria per la patente

Dopo 18 anni gli esami per la patente mutano pesantemente fisionomia



scheda quiz

Le voci circolavano da un po di tempo, ora c'è la certezza. La direzione generale della motorizzazione ha emanato la circolare con cui si avvisa dell'entrata in vigore dei nuovi questionari per l'esame teorico delle patenti A e B. E' da circa un anno che l'apposita commissione sta lavorando ai nuovi questionari, ora pare che il lavoro è concluso. L'entrata in vigore dei nuovi questionari è stata stabilita il 03/01/2011.



Cosa cambia. Innanzitutto, va in pensione la vecchia scheda (una volta cartacea, ora elettronica) con 10 domande e 30 risposte (3 per domanda) che, casualmente, potevano essere o vere o false. Ora le domande salgono a 40 con risposta integrata a cui bisognerà rispondere sempre vero o falso. Peccato che gli errori ammessi rimangono sempre 4, con bocciatura al quinto errore. Le risposte saranno più comprensibili, con meno equilibrismi lessicali, come ad esempio la doppia negazione. I quiz, di cui un 30-40% di nuova formulazione, saranno suddivisi in 25 argomenti. Di questi, 15, i più importanti, avranno due domande per scheda, mentre per 10, più marginali ai fini della sicurezza, avranno una domanda sulla scheda. Il database verrà tradotto solo nelle lingue tedesca e francese, per venire incontro alle popolazioni dell'Alto Adige e della Val d'Aosta.

Considerazioni. Bene il cambiamento, oramai i quiz attuali mostravano le crepe del tempo e un adeguamente era necessario. Bene l'introduzione di nuovi argomenti, come la guida ecologica e compatibile. Le note negative sono la mancata traduzione nelle maggiori lingue, come ad esempio inglese, spagnolo e cinese, cosa che si tradurrà nel negare la possibilità di accedere all'esame a numerosi extracomunitari. Bisognerà attendere il database dei quiz per poter valutare se l'aumento delle domande, fermo restando il massimo di 4 errori, comporterà un maggior impegno da parte dei candidati italiani, o se la maggiore semplicità espositiva compenserà il maggior numero di domande da risolvere. Quello che è sicuro è che la componente "fortuna", scheda più o meno facile a seconda degli argomenti che uscivano, sarà meno determinante.

26/06/2010