Occhio alla massa con Overload Tutor

Nuovo sistema di controllo messo a punto da Autostrade e Polizia Stradale per i veicoli che viaggiano in sovraccarico



overload tutor

La massa dei veicoli è importante ai fini della sicurezza stradale. L'energia cinetica di un veicolo è infatti direttamente proporzionale alla massa (e al quadrato della sua velocità) e questo incide fortemente nell'arresto del veicolo. Un sovraccarico di un'autoveicolo, quindi, penalizza gli spazi di frenatura, che aumentano, diminuisce la stabilità e stressa maggiormente sospensioni e pneumatici in particolare.

Nell'ottica di aumentare la sicurezza stradale, Autostrade e Polizia hanno sviluppato un progetto volto a sanzionare tutti i veicoli che superano la massa complessiva a pieno carico stabilita dal costruttore. Tale limite, per la precisione, viene superato quando il carico utile (o portata) è superiore al consentito. Il sistema si appoggia al già conosciuto Tutor e consiste nella pesatura dinamica del veicolo (ossia durante la marcia).

Funzionamento. Nelle corsie sono inseriti quattro sensori che determinano con precisione classe del veicolo, numero di assi, velocità e peso. In caso di massa superiore al consentito (ad es. un veicolo a tre assi che riporta oltre 26 T) viene attivata la telecamera che acquisisce l'immagine frontale del veicolo e la invia via rete umts alla pattuglia situata più avanti (con la stima, addirittura, dell'orario di arrivo) per identificare con certezza l'autoveicolo da fermare. A questo punto, alla polizia non resta che attendere l'arrivo del veicolo, fermarlo e sottoporlo a pesatura statica (il dato dinamico non può essere preso in considerazione per l'eventuale sanzione).

funzionamento overload tutor

Il vantaggio del sistema è quello che solo i veicoli in evidente infrazione vengono segnalati e fermati, evitando cosi fermi e perdite di tempo ai veicoli in regola. Per ora sono cinque i punti ove il sistema è già in funzione ma, probabilmente, presto verrà esteso in altri punti.

28/12/2011