Pirateria stradale in crescita

Aumento dei sinistri rispetto al 2010 ad opera di sconosciuti. Cosa fare in caso si venga coinvolti.



pirata della strada

Il fenomeno della pirateria stradale (sinistro provocato da persona che successivamente fugge) sembra in costante e inesorabile aumento. Nel report pubblicato sul sito dell'Asaps, nel primi nove mesi del 2011 abbiamo giÓ superato gli eventi di tutto il 2010, con un sensibile aumento degli episodi. I motivi che portano a questi odiosi comportamenti possono essere di vario tipo. Si va dalla paura delle conseguenze (sanzioni penali e decurtazione punti), al fatto che il responsabile del sinistro magari non Ŕ in regola con l'assicurazione (anche il fenomeno dell'inosservanza dell'obbligo di assicurazione Ŕ in aumento), per finire a veri e propri comportamenti criminali (soggetti sotto azione di alcool e stupefacenti).

Cosa fare in questi casi ? Sicuramente, cercare di memorizzare targa e tipo di veicolo (magari con l'aiuto possibile di testimoni) cosi che si possa risalire almeno al proprietario del mezzo, quindi avvertire in ogni caso l'autoritÓ per i rilievi di rito. La verbalizzazione dell'incidente Ŕ fondamentale per poter accedere successivamente al risarcimento danni. Uno degli aspetti pi¨ odiosi del fenomeno, infatti, Ŕ rappresentato dal fatto che, non trovando il responsabile che ha provocato i danni, possa non verificarsi il risarcimento dei danni subiti.

Dal punto di vista della responsabilitÓ penale (obbligo di risarcire i danni morali) questa ricade solo sul conducente quindi, finchŔ non viene trovato, non si potrÓ avere giustizia. Ma dal lato responsabilitÓ civile (risarcimento dei danni economici subiti da persone, cose o animali), anche senza responsabile si pu˛ avere giustizia. Bisogna rivolgersi al Fondo di Garanzia per le vittime della strada, amministrato dalla Consap. La richiesta va inoltrata all'impresa competente per territorio. Fondamentale dimostrare di essere stati vittime di persona non identificata, quindi occorre necessariamente produrre documentazione utile: verbale della polizia, referti, foto. Il fondo opera per risarcire i danni provocati, sia a persone che a cose, da veicoli non identificati o da veicoli privi di assicurazione. In caso di gravi danni alla persona, opera una franchigia di 500 euro. Per ulteriori informazioni, consultare la pagina del fondo di garanzia per le vittime della strada.

13/10/2011